la fede nell'ipod.

" Bastasse parlare di Bibbia per avere fede sarebbe straordinario. Io parlo dell'uomo e di quello che s'è inventato per dare senso alla vita, dal Mito della Creazione biblica. La preghiera cos'è? Un modo per parlare in intimità con se stessi. Nei paesi islamici c'è questa continua necessità di rispondere al richiamo del muezzìn, questo rito del genuflettersi...se lo facessi anch'io, sarebbe un modo per recuperare, durante la giornata, alcuni momenti intimi con me stesso che sennò magari devo ricavarmi con l'ipod..."
Vinicio Capossela.

1 commento:

Giulio Petrucci aka "il Petrux" ha detto...

Ciao Roi,

Inutile dire che Capossela lo preferisco come cantautore piuttosto che come teologo. Personalmente, dal basso della mia ignoranza, credo che rendersi "intimi" per essere "soli" sia piuttosto triste. Fare silenzio, non e' fare il vuoto: nel vuoto infatti non si propaga nemmeno il suono, il silenzio invece e' il prologo necessario alla Parola, al Logos, al Verbum.

Il paragone con l'Islam, poi, regge poco: tutta la preghiera Islamica e' un contemplare un "Altro", che per quanto infinitamente "altro" (appunto), potente e lontano, comunque c'è.

Bé, gia' che ci siamo (e proprio il caso di dircelo), Buon Natale (e scusa per il delirio, ma mi e' presa cosi'...)